Orzaiolo: cause e cure naturali

Orzaiolo: cause e cure naturali

Uno dei disturbi più diffusi che possono infastidire un’organo importante come gli occhi è l’orzaiolo, una piccola tumefazione che si localizza sul bordo della palpebra molto vicino all’attaccatura delle ciglia.

L’Orzaiolo non è altro che una piccola infiammazione che colpisce le ghiandole sebacee delle palpebre dell’occhio, ( si trovano alla base delle ciglia, proprio all’interno di dove si forma la protuberanza) e  formarsi in due posizioni ben distinte, nella parte esteriore all’occhio, (dove va a colpire una ghiandola  denominata di “zeis” che ha il compito di produrre  sostanze che attraverso i condotti del lobulo sebaceo vengono immessi nella parte centrale del follicolo pilifero) o nella parte interna all’occhio (la ghiandola di Melibornio). La causa principale dell’Orzaiolo è in sintesi una infezione batterica provocata da un batterio (stafilococco) che attacca la palpebra e ostruendo di fatto i condotti escretori, dando infine vita all’infezione.

I sintomi dell’orzaiolo sono molto comuni e non vanno confusi con un’altra problematica dell’occhio, il Colazio (una cisti dell’aspetto granuloso che causa infiammazione ma che è praticamente indolore) ; si inizia con un leggero rigonfiamento della palpebra stessa, a cui segue arrossamento e un leggero dolore che si localizza nella zona colpita. Successivamente si passa ad un senso di bruciore, ad una lacrimazione eccessiva e spesso anche ad un fastidio alla luce. Nella parte centrale dell’orzaiolo spesso è possibile che si formi anche una pustola giallastra che contiene pus che spesso tende a rompersi da sola, riducendo immediatamente dolore e gonfiore.

Di solito l’orzaiolo tende a sparire nell’arco di 2-4 giorni in maniera spontanea, anche se spesso quando colpisce la parte interna può diventare più pericoloso in quanto l’infezione può estendersi a tutta la palpebra arrivando fin’anche alla congiuntiva. In ogni caso conviene sempre rivolgersi ad un medico per valutare il problema il quale, in base alla tipologia di infezione, indicherà se è il caso di rivolgersi ad uno specialista e ricorrere, nel caso in cui non guarisca in una o due settimane, ad un piccolo intervento ambulatoriale per incidere la pustola e far uscire il Pus.

Nei casi meno importanti è possibile ricorrere a rimedi naturali e cura olistica per alleviare i fastidi e facilitarne la scomparsa. L’acqua calda rappresenta un valido rimedio per curare l’orzaiolo, in quanto il calore aiuterà a ridurre il gonfiore e rende a far sparire prima la problematica. Anche la camomilla è molto utile grazie alle sue proprietà benefiche riconosciute: in entrambi i casi basta utilizzare una garza o un fazzoletto di stoffa imbevuto e applicarlo sull’occhio per una 15-20 minuti circa.

Ottimi rimedi sono anche i lavaggi con semi di coriandolo (che posseggono  proprietà antisettiche e calmano il dolore all’occhio) e gli impacchi con foglie di acacia che donano estremo sollievo dai fastidi dell’orzaiolo. Anche gli impacchi con tarassaco risultano essere molto efficaci.

admin

One thought on “Orzaiolo: cause e cure naturali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.